Necronologia

5 Ottobre 2008 5 Ottobre 2008
Archiviato in Società
10 Commenti

Prosegui la lettura »

Con forza Italia per cambiare ANCHE la Toscana…

21 Marzo 2005 21 Marzo 2005
Archiviato in Argomenti vari
11 Commenti


Premetto: non so ancora se sono di destra o di sinistra, per ora mi limito a cercare di vedere come stanno le cose finchè ci capirò qualcosa. Ma finchè Prodi promuove la liberalizzazione dei mercati per lottare contro le esportazioni cinesi e Berlusconi il protezionismo (!), la mia comprensione della politica italiana sarà rimandata di qualche anno.

Qualche giorno fa, mi alzo, un pò rincoglionito come è giusto che sia nel cuore del mattino, e cosa trovo con la posta:
Con forza Italia per cambiare anche la Toscana. Vota forza Italia. Elezioni regionali 3-4 Aprile.
Mah… dico sarà che sono ancora rincoglionito. Invece no, c’è proprio scritto per cambiare ANCHE la Toscana. Come dire: quel bastione di comunisti morti di fame che rifiutano il progresso e la civiltà. Secondo mah.
A questo punto la lettura dell’opuscolo mi incuriosisce. in prima pagina possiamo vedere una famiglia media (due genitori belli e felici [il padre è vestito come Bush?!] in un parco con un bambino e una bambina. Scontato).
Ecco qualche frasi che mi hanno colpito:
.”Infrastrutture, una Toscana arretrata”. Mah…
.”Sanità, il carrozzone e la burocrazia della sinistra” da notare la foto di un medico di spalla con il pugno chiuso, pelato e massiccio (è più un incrocio tra un boia e Frankenstein). Mah Mah…
.”Le aziende municipalizzate il sistema del potere rosso” beh qui magari… ci sono spunti di riflessione da fare.

Questo per la parte diciamo, di politica interna, ma ora viene il bello:
.”Cuba, i finanziamenti a Castro”
.”Da San Rossore al….sostegno delle dittature”
.”La cooperazione come strumento per il consenso”
.”Perchè sono sempre stati dalla parte sbagliata” anche qua a dire il vero ci sarebbe uno spunto di riflessione
.”I comuni rossi agli ordini di mosca”

Poi c’è da notare una bella foto di Stalin, un riccordo storico sulla cortina di ferro. Si torna persino a parlare del PCI che fu contro l’Europa dei padri fondatori (De Gasperi, Schuman, Adenauer).

E soppratutto, per finire, eccolo quà. L’unto dal signore. Attenzione, non lo dico in modo irriverente. Ma sulla foto dell’ultima pagina non può essere un uomo normale. Mi spiego:
Le mani allargate con il palmo della mano verso l’alto
La faccia sorridente con la testa leggermente spostata a sinistra (come per dire: Ho compassione, vi perdono, vi capisco, insomma questa testa non dritta è per farci capire che lui è vicino al popolo).
E poi sullo sfondo blu, possiamo vedere che man mano che ci si avvicina con lo sguardo a Berlusconi, il blu diventa sempre più chiaro, fino ad arrivare al bianco.

Bene, manipolare le foto per renderle più belle è una cosa che fanno tutti e che è del tutto normale. Ma un opuscolo basato esclusivamente su foto tarrocate e ricordi storici di 50 anni fa (per risvegliare vecchi rancori contro quei brutti comunisti, come se l’Italia non portasse già sulle spalle il peso di una politica fortemente divisa), mi fa pensare più al populismo, o alla demagogia.
Questo non significa che il Berlusca prenderà o non prenderà il mio voto, perchè un politico (ma comunque senso chiamarlo politico) si giudica dalla politica dalla capacità a comunicare.
Ma rimane il fatto che siamo proprio considerati come la pleba dei tempi antichi. Cosa succederà alle elezioni nazionali? Si organizzeranno di nuovo i giochi al colosseo?

PS: scusate ma non ho trovato le foto di cui vi parlavo su internet, mi limito ad un classico berlusconi.
Riferimenti: Forza Italia