Türkiye on the road – Part IV Costa mediterranea

Alanya è la sorellina della più famosa Antalya un incrocio tra Rimini (per la vocazione turistica) Castiglion della pescaia (per il castello) e Pizzo Calabro (Per il mare).

Il 50% delle persone che ho visto là erano famiglie o coppie di tedeschi, svedesi, norvegesi, russi. A detto dei locali, non è mai arrivato nessun Italiano, Spagnolo o sud europeo in questa zona. Spiagge infinite, donne (turiste) svestite, locali con alcool a profusione, strade asfaltate con linee di palme alla miami-beach etc. Siamo ad anni luce da Urfa. Non è il luogo ideale per un bagpackers, un "viaggiatore" ma più un luogo di villegiatura per spendere una settimana o due di ferie, infatti è l’unico posto dove non hoincontrato nessuno. Tuttavia devo dire che dopo le condizioni difficili di viaggio delle prime settimane, dopo il freddo di Istanbul, dopo le ore di camminate in cappadocia, dopo lo stress di ritrovarsi a piedi col borsone alla frontiera siriana senza poter entrare, dopo la neve del Nemrut Dagi, dopo le notti spese a dormire nei bus, un paio di giorni di mare e relax ci stavano tutti…

Foto:

  • il Castello e la spiaggia
  • Chiesa (Moschea?) dentro il castello
  • Il castello
  • Il porto

Dopo due notti già l’ambiente villagio vacanza comincia a stancarmi. Più che altro non ne posso approfittare essendo in viaggio da solo e mi sento un pesce fuor d’acqua in mezzo a tutti questi tedeschi.

Un ripassatina totale dal barbiere della stazione e poi via, rotta per Selcuk! 

Albergo: 30 YTL (con camera privata e bagno) 



I commenti sono chiusi