Non tutte le bombe fanno male


Questo è un discorso che abbiamo già sentito centinaia di volte, ma mi sembra giusto proporlo di nuovo, perchè troppo spesso liquidiamo le verità evidenti proprio perchè sono evidenti.
Si sente di tutto in questo periodo: il mondo è “diviso in due”, “guerra globale” ecc, “il mondo non è più lo stesso dopo l’11 settembre”, “un attacco nel cuore dell’occidente” ecc. In ognuna di queste frasi c’è qualcosa che mi disturba.
Innanzitutto dire che il mondo è diviso in due mi sembra una grande assurdità. Se la vogliamo mettere sul piano culturale, il mondo è diviso in 6 miliardi, nel senso che ognuno ha un proprio modo di pensare, una propria cultura, proprie idee che non vanno ricollegate per forza al background culturale. Certamente la cultura influisce molto su queste cose, ma non si tratta della cultura islamica o occidentale, ma della cultura sociale che si sviluppa parallellamente alla “cultura” propriamente detta. Non ho mai capito che senso abbia parlare di cultura occidentale quando i nostri nonni sono sicuramente più vicini ai musulmani (non parlo degli estremisti ovviamente… ricordiamoci che i musulmani “normali” esistono…) nel modo di pensare che agli americani o agli svedesi!!! Potendo beneficiare di una moltitudine di amici arabi musulmani e stranieri in generale, ho sempre notato che c’erano più punti comuni tra io e loro che tra io e un tedesco o uno svizzero (e non parlo di politica).
Il mondo non è diviso in due, anche perchè gli attentati sono terroristici, ovvero provvengono da una organizzazione che è assolutamente illegale e non rappresenta ne dipende formalmente da alcun Stato. Che poi ci siano degli appoggi nascosti questo è normale, lo fanno alcuni paesi islamici con Al Qaeda come lo hanno fatto sempre i paesi “occidentali” (ricordiamo l’aiuto USA ai Mujhadin Afghani per combattere l’URSS, i vari colpi di Stato orchestrati da Washington in Sud America e Africa, i vari omicidi di cui l’origine è ancora oggi misteriosa [Mattei] ecc., gli attentati interni nella stessa Italia degli anni ’70 appoggiati sembra dai servizi segreti nazionali). Il mondo non è diviso in due, è solo fragile e sballotato da una organizzazione terroristica abbastanza ampia che non riesce a distruggere.
Non riesco a capire come si faccia a parlare di guerra globale. Non ci sono assolutamente i requisiti per parlare di guerra. Non è la prima volta che succedono attentati. Se questa è guerra allora dobbiamo considerare che il periodo degli anni ’70 in Italia era un periodo di guerra civile (ipotesi rifiutata da tutti gli storici), e poi la Spagna con i paesi baschi, la Francia con la Corsica, l’ Uk con l’Irlanda, tutte queste sono guerre? No, abbiamo sempre distinto gli attentati di matrice terroristica, allora perchè ora cerchiamo di convincere il mondo che siamo in un periodo di crociate verso l’oriente musulmano? Perchè cerchiamo di convincere la gente che esiste un’unica entità islamica cattiva mentre è solo una minima parte di essa che compie gli attentati e si rifano all’estremismo islamico? Perchè vogliamo inasprire il clima sociale delle nostre società senza una vera ragione? Perchè vogliamo estremizzare le posizioni e non lasciare spazio alla razionalità? Non so rispondere a questa domanda.
Ma l’ingiustizia più grande è di far credere (martellando le nostre case di immagini degli attentati a Londra, Madrid e NYC) a chi guarda la televisione e a chi legge i giornali che l’occidente è il nemico assoluto dei terroristi. Non c’è niente di più sbagliato. Quando capita un attentato sotto casa se ne parla di più, formalmente è un errore giornalistico nel senso che l’informazione dovrebbe corrispondere all’intensità dei fatti. Ma si può capire l’emotività di questi casi: 80 morti sono tanti e grazie al cielo non siamo più abituati a certe cose. Ma dobbiamo sempre tener presente che le prime vittime del terrorismo islamico non sono gli inglesi, gli spagnoli e nemmeno gli americani, ma sono i musulmani, quelli veri. E sono loro che sono uccisi ogni giorno per volersi arruolare nella nuova polizia irakena (magari solo per soldi, ma perchè no, anche perchè credono in un nuovo Iraq)o semplicemente perchè abitano nel paesino sbagliato dell’Algeria. Dobbiamo tener ben presente che ogni giorno ci sono attentati contro i musulmani moderati, e sono quelli che a lungo termine rischiano di cambiare gli equilibri internazionale e di portare ad una guerra mondiale. Ma si sa le bombe contro gli altri fanno sempre meno male.
E’ questo il vero scopo di Al Qaeda, sotto un anti-americanismo di propaganda, vogliono distruggere le basi moderate del mondo arabo e asiatico, mentre l’occidente si preoccupa dei suoi morti e si guarda l’ombelico.

Mi raccomando a tutti per l’anno prossimo prima delle elezioni, mi sa che ci scapperà qualcosa sul modello Spagnolo.



14 Commenti to “Non tutte le bombe fanno male”

  1.   sc. Says:

    mhm. non hai tutti torti.

    ma io preferisco pensarci prima di risponderti.

    un baciotto.

  2.   Nico Says:

    Mi attrae tanto il tuo articolo, mi piacerebbe discutere del fatto se questi attacchi non fanno parte di una guerra. Io metterei quest?ultimo punto in discussione. Secondo me il radicalismo religioso nasconde/ non lascia intravedere un discorso nazionalista che ha molto a che vedere con appropriazione delle risorse naturali.

    Il finale non è all?altezza dell?importante analisi. Sorry

  3.   dinzi Says:

    Non hai tutti i torti! D’altra parte, sai, per la gente è facile assolutizzare e dare definizioni univoche per tutto. Rientra nella necessità di incasellare l’universo per la personale sicurezza interiore. Mi è piaciuto dove hai scritto che, in realtà, il mondo è diviso in sei miliardi. Niente di più vero! Siamo tutti cosi diversi e unici. E, ti posso garantire, io non mi sento per niente parte di una cultura occidentale. Per quanto possa essere limitata, la mia vuole essere semplicemente cosmica! Siamo semplicemente parte del Tutto e nessuno pare averlo ancora capito. Non riesco a trovare le difficoltà che la gente normalmente incontra nel sentirsi individui, ma unità! Mi sembra così semplice!
    Ps: Ma il cacciucco?

  4.   sc. Says:

    ecco problematiche cosi… come quelle di cui hai parlato tu, mi confondono terribilmente. ho tanti si hai ragione e tanti no, non hai ragione.
    ho una confusione in testa e spero che prima o poi questa confusione si scioglie.
    il problema mio é che forse sono troppo analitica in certe cose e dunque vedo un po troppo quello non so ma che potrebbe essere, troppi punti di domanda, che non mi permettono di dire con assoluta chiarezza: ecco cosi é, e non diversamente.
    Ma dal trondo, quei punti di domanda forse ci sarano per sempre.
    che dici?

  5.   UcCaBaRuCcA Says:

    Per sc:
    il primo passo per la conoscenza della verità (alla quale non si arriva mai… ma l’importante è avvicinarvisi) è il dialogo. Comincia a dirmi tutti i “perchè si” e tutti e “perchè no” e magari in alcune cose ti convincerò ed in altre mi convincerai tu!!!!
    Ti aspetto!!!
    Per Dinzi: il cacciucco ancora niente…

  6.   dinzi Says:

    Mi sa che se non ti invito io a mangiarlo qua… te ne stai fresco!!!

  7.   capitangoku Says:

    ciao uccabarucca,
    si, è probabile che ci scappi qualcosa sul modello spagnolo.. anche se forse meno clamoroso.. comunque sono d’accordo con te, il mondo non è diviso a metà e non ha senso parlare di guerra di culture. ma forse la guerra tra culture è nata ed è cresciuta proprio perchè sin dall’inizio ci si è concentrati sul negare la sua esistenza….. (del resto tutti, bush per primo, hanno sempre detto che non si trattava di guerra all’islam – cosa peraltro impraticabile, basti considerare che l’inghilterra conta 2 milioni di musulmani)
    ciao ciao, capitangoku

  8.   mela Says:

    questa è ‘guerra del potere per il potere’ ecco la spiegazione…. e la cosa assurda è che lo sanno tutti .. o quasi… ma intanto i civili e non continuano a morire .. emilio fede da la colpa di tutto ai black block …. bob galdof si lecca blair … i grandi ’8′ ridono facendosi le foto dopo ricche mangiate .. e forse aumenteranno i paesi ai quali si toglierà il debito… ciao.. interessante il tuo blog.. e ci hai pure messo vinicio… yeah !!

  9.   mela Says:

    infatti .. quello che io dico nel mio post è proprio questo.. magari non sono stata esplicita come te nel tuo commento.. ma mi piace di umbria jazz … la parte più vera.. le big band americane che sono un pò ‘trasandate’ hanno lasciato la speranza di fare successo.. e si divertono a venire in italia ….. per bere buon vino… e questa è la parte più vera del jazz .. ora!!! i tempi di tom waits e downbylaw (?) fumo .. droghe .. e jazzisti che si rinchiudono nei loro circoli .. perchè incompresi … e perchè vogliono escludere il mondo dal loro… sono rimasti soltanto nel mio libro di etnomusicologia….. ti piace il jazzzzzz… bravo .. che bello… ora sì è vero fa figo …… sentirlo…..

  10.   mela Says:

    …….. ah.. dimenticavo… ti piace coltrane? se sì…… mi descrivi le tu emozioni… quando lo ascolti…. gggggggggggrrrrazzziiieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  11.   Devil Buio Says:

    E’ sicuramente utile per molti che tutti questi eventi abbiano il maggior risalto possibile, affinchè siano giustificate senza pensarci troppo tutte le contromisure possibili.

  12.   mela Says:

    ciao.. come va? ho letto finalmente il tuo post con calma! L’etnocentrismo occidentale non è cosa nuova, ora fanno del tutto per terrorizzarci per poter dimostrare poi come sono bravi a difenderci… peccato che però “L’oriente agisca con astuzia” e che fino ad ora … ‘l’occidente non abbia salvato la vita a nessuno’ …. ora ti porto un’esempio di quello che ho appena scritto.. spero di essere stata chiara… lavoro in una scuola inglese .. il 7 luglio all’improvviso è venuta la polizia .. (un paio di ore dopo gli attentati a londra) e non sapevano neanche loro perchè erano nella scuola.. domandandoci se avevamo chiamato noi e perchè.. così ho capito e gli ho detto “guardate che questa è una scuola inglese e vi hanno detto di venire qua per controllare” …. poi ..il giorno dopo esce sul giornale qualcosa del tipo “polizia intervenuta tempestivamente nella scuola inglese …. ormai tutto è sottocontrollo.. siamo preparati ..bla bla bla bla ….” baggianate… ma come si fa a mandare poliziotti in situazioni così trag … che non sono pronti, che non sanno nulla ma nemmeno cosè l’occidente o l’islam.. insommma .. tutta pubblicità per le prox lezioni..

  13.   Francesco Says:

    Anche tu hai ragione!

  14.   sc. Says:

    spero tu abbia belle vacanze